Vi ricordo che per vedere le mie ultime creazioni dovete andare

la butega di Le Creazioni di Sarah

martedì 3 febbraio 2009

31 Gennaio 2009

Insieme siete stati generati, ed insieme resterete per sempre.
Insieme resterete anche quando le bianche ali della morte porrano fine ai vostri giorni.
Si, insieme resterete anche nella tacita memoria di Dio.
Ma fate in modo che la vostra unione sia aperta, e che i venti del cielo possano danzare fra di voi.
Amatevi l'un l'altro, ma fate in modo che l'amore non sia un vincolo: fate che sia un mare, che vive tra le sponde delle vostre anime.
A vicenda riempitevi il calice, ma non dissetatevi da uno solo di loro.
Procuratevi l'un l'altro il pane per nutrirvi, ma non mangiate dallo stesso pane.
Insieme cantate e danzate e siate allegri, ma fate in modo di essere indipendenti l'uno l'altro, come le corde del liuto pur dando vita ad una stessa musica, sono tra loro sempre indipendenti.
Donatevi l'un l'altro i cuori, ma nessuno abbia la priminenza, poichè solo la mano della vita può contenerli entrambi.
E restate uniti, ma non troppo contigui: poichè le colonne del tempio si elevano a distanza, come la quercia e il cipresso non crescono l'una all'ombra dell'altra.
Kahlil Gibran
Con questa poesia si è conclusa la cerimonia di matrimonio di mia sorella Mascia e mio cognato Claudio.
Nonostante i buoni propositi, il mio truppo è andato a farsi benedire per l'emozione.
Ragazzi non mi resta che dirvi nuovamente dal cuore
Vi Vogliamo bene.... e aspettiamo ansiosi il cuginetto!!!!!

3 commenti:

Silvia ha detto...

Ciao aaaahhh come è andata la cerimonia??? tutto ok? e il tuo raffreddore???
ciao
silvia

Cinzia ha detto...

Tanti auguri ai novelli sposi di una lunga e serena vita insieme!
W gli sposi!
A te un abbraccio.
Cinzia

Silva ha detto...

è un brano bellissimo e racchiude molte verità!
un bacione
Silva